RSS twitterFeed

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.

This is an example of a homepage section. Homepage sections can be any page other than the homepage itself, including the page that shows your latest blog posts.

Puglia e sistema universitario, come siamo messi?

Un paio di settimane fa vi abbiamo parlato degli esami di maturità e di come i ragazzi pugliesi ne parlano sui social; oggi facciamo il naturale passo successivo andando a esplorare il sistema universitario della nostra regione e scoprendo cosa ne pensano i pugliesi. AbautYou ha indagato a fondo su Facebook e Twitter trovando ogni singolo post, tweet e commento riguardante le università della Puglia, le associazioni studentesche e le varie facoltà, fornendoci i dati necessari a tracciare una panoramica completa e accurata sull’università in Puglia secondo i social.

Partiamo col dire che il mondo universitario fa registrare valori notevoli di attività social. Tra pagine ufficiali, bacheche di facoltà e associazioni studentesche, ogni post a tema università genera una media di circa 30 commenti, reaction, like e condivisioni. Le università pugliesi più attive in questo senso, quindi “più social”, risultano il Politecnico di Bari e la LUM, che vantano una media di 33 azioni social tra commenti, like, reaction e condivisioni per singolo post. Un bel risultato per due atenei che sono riusciti a ottenere una presenza digitale efficace sui social network.

Appurato che di questo sistema universitario sui social si parla abbastanza, passiamo a vedere come se ne parla. In termini di sentiment, ovvero di apprezzamento o meno da parte degli utenti del tema in questione, è confortante riscontrare che sui social gli studenti sembrano estremamente soddisfatti del sistema universitario regionale, il quale esce vittorioso dalla prova portando a casa un sentiment positivo del 94,6%.

È interessante notare che, volendo estrapolare dai dati un giudizio su una scala da 1 a 10 relativo alle varie università pugliesi in base a quanto emerso dalle reazioni e dai commenti degli utenti, non si nota una differenza sostanziale tra i singoli atenei, che se la cavano benissimo con un rispettabile giudizio di circa 7,5 su 10 ciascuno.

AbautYou è stato inoltre in grado di fornirci gli elementi necessari a elaborare una mappa di customer satisfaction delle varie università, che ci mostra punti di forza e debolezze di ognuna di esse. La didattica ad esempio è un elemento caratterizzato da una notevole attività social e da un sentiment fortemente positivo, rappresentando quindi un cavallo di battaglia dell’intero sistema universitario pugliese, in particolar modo della LUM, che in questo ambito si distingue in positivo rispetto alle altre. I tasti dolenti dell’intero sistema risultano invece i servizi (segreterie, uffici di presidenza, uffici ADISU), che a livello regionale sembrano non essere in linea con le esigenze degli studenti. Parlando delle singole università, invece, quella di Foggia, il Politecnico di Bari e Unisalento dovrebbero curare di più le proprie strutture (aule, laboratori, sale studio), mentre per LUM e Università di Bari i problemi principali sembrano essere le questioni legate al diritto allo studio (borse di studio, servizio mensa, alloggi, contributi).

Per concludere la nostra analisi abbiamo la lista dei termini più utilizzati nelle discussioni social riguardanti il mondo universitario pugliese. Qui è subito evidente il richiamo all’ottimo risultato registrato dall’analisi del sentiment, con “grazie” che si dimostra la parola in assoluto più usata e che indica soddisfazione degli utenti nei confronti del sistema, nonché una certa efficienza da parte delle pagine che orbitano attorno all’università nel fornire informazioni utili e risolvere eventuali problemi degli utenti. Subito dopo abbiamo termini che indicano una vita universitaria molto attiva e discussa anche sui social, come “studenti”, “esame” e “corso”, ma anche parole come “tasse” che potrebbero invece essere indice della presenza di problematiche legate al diritto allo studio.

Se l’articolo vi è piaciuto potete leggere anche gli altri nostri report e non dimenticate di seguirci su Facebook e Twitter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(http://www.abautyou.it/wp-content/uploads/2018/04/headerblog2.jpg);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 550px;}